Agriturismo

La Rombaia prende il nome dalla famiglia Rombai, veri pionieri di queste terre, che a fine ‘700 costruirono qui il primo podere. Intorno al 1820 nelle vicinanze della Rombaia sorgeva un capanno di caccia dove venivano organizzate battute al cinghiale. Il cinghiale con l’elmetto chiodato dei soldati prussiani che ancora oggi è il simbolo della Rombaia nasce da un disegno tracciato su un foglio da un ospite nel 1820, durante il banchetto dopo una caccia ad un cinghiale particolarmente agile e bellicoso. Questo disegno fu riprodotto su un’insegna in legno che per molti anni dondolò sulla porta del capanno di caccia della Rombaia. Di qua, la quiete dei frutteti e dei campi; di là, il relax della piscina; tutt’intorno, la bellezza della Maremma Toscana. La Rombaia coltiva olivi, alberi da frutto, ortaggi e cereali: tutti sapori che potete gustare al vostro tavolo. Le camere e gli appartamenti sono arredati con cura nell’autentico stile toscano; bastano i loro nomi a far compiere un viaggio nell’antica civiltà contadina: la Cantina, il Frantoio, l’Essiccatoio, il Mastro Carraio, il Mulino, la Selleria, il Granaio, la Colombaia, la Filanda...